Intersecando Storia e cultura, Enogastronomia e natura, SICANI TOURIST diventa un vero e proprio veicolo di scoperta dell’eccellenze dei Monti Sicani, dando una testimonianza significativa dell’identità culturale rurale del territorio inteso come immagine globale da vivere in tutti i mesi dell’anno consolidando, sempre più, il senso di appartenenza al luogo dei residenti.

Bisacquino

S.O.B. Olearia S.r.l. di Alesci Lorenzo, Azienda Agricola Cinquemani Ilaria e Masserie Pizzitola di Pizzitola Saverio.

Chiusa Sclafani

Azienda Agricola Arcuri carlo, Casa del contadino, Azienda Agricola Marchese Giuseppe e Mandorlandia Bio di Giglio Vincenzo

Leggi tutto...

Centro pubblico di preservazione della biodiversità agraria autoctona della regione Sicilia (Bisacquino)

Il “Centro pubblico di preservazione della biodiversità agraria” del Comune di Bisacquino, finanziato nell'ambito del PSR Sicilia - Misura 214/2A - "sostegno alla conservazione delle risorse genetiche in agricoltura", nasce e si sviluppa con l'obiettivo di rivalorizzare le "accessioni" cioè le antiche popolazioni costituitesi ed affermatesi in zone specifiche, in seguito alle disponibilità offerte dall’ambiente naturale e dalle tecniche colturali adottate dall’uomo.

Leggi tutto...

Piano Cervi (Bisacquino)

Il pianoro, immerso in un fitto bosco di pini contornato da macchia mediterranea, è il luogo di sosta ideale per chi ama la natura. L’area attrezzata, realizzata dall’Ispettorato Dipartimentale Foreste, si presta adeguatamente al visitatore per fare piacevoli pic-nic all’aria aperta. Da questo luogo, proseguendo il percorso attraverso un comodo sentiero, si può raggiungere facilmente la vetta del monte Triona (Pizzo Croce, 1213 m.s.l.m.), dalla cui altezza è possibile scorgere anche l’Etna.

Leggi tutto...

S.O.B. Olearia S.r.l. di Alesci Lorenzo (Bisacquino)

L’oleificio, sito nella fertile Valle del Triona, rappresenta un punto di riferimento per la produzione olearia dell’area dei Monti Sicani. L’olio extravergine d’olivaDOP VAL DI MAZARA è un olio di assoluta purezza ottenuto mediante frangitura a freddo attraverso  la sapiente  arte del "mastro oleario".

Leggi tutto...

Massaria Ruvettu di Mangiaracina Melchiorre (Sambuca di Sicilia)

La masseria, a seicento metri di altitudine, in agro di Sambuca di Sicilia, alle pendici del Monte Adranone, gode di una splendida posizione panoramica con vista del centro abitato di Sambuca, fino al 1928 Sambuca Zabut, del lago Arancio e della costa Selinuntina. L’antico casale, con adiacente baglio, risale ai primi del ‘900 ed è circondato da circa 30 ha di terreno coltivato a vigneto, uliveto, seminativo con rotazione a pascolo. Nell’azienda si allevano suini, equini animali da cortile ma soprattutto ovini della razza Valle del Belice. Il latte prodotto viene trasformato nel caseificio aziendale in ricotta, formaggio Pecorino Siciliano Dop e “Vastedda della Valle del Belice” Dop.

Leggi tutto...

Castello di Calatamauro  (Contessa Entellina)

Il Castello, di origine bizantina, sorge sulla vetta di una collina ed è stato presidio degli arabi dopo che questi ebbero steso il dominio su tutta la Val di Mazara (dopo l’800), grazie alla privilegiata posizione in cui sorse. Assunse rilevanza militare già nel 1239, essendo stato annoverato nell’elenco dei “castra exempta” fatto redigere da Federico II, in funzione anti-musulmana. Ai piedi della collina, si trova un mulino ad Acqua, perfettamente restaurato, utilizzato un tempo dai contadini contessioti, per la trasformazione del grano duro.

Leggi tutto...

Bisacquino

Sorge alle falde del Monte Triona, che si erge solitario e maestoso a 1215 metri sul livello del mare, e sorse probabilmente nell’Alto Medioevo come casale di campagna. L’etimologia del nome, dal latino Bis-acqua (ricco d’acqua) o dall’arabo Buseckin (molto acquoso) confermano l’abbondanza di sorgenti d’acqua nel territorio. Da visitare il Santuario della Madonna del Balzo, da cui si raggiunge, attraverso un sentiero tortuoso, l’imponente Monte Triona, Piano Cervi e il Castello del Patellaro. Tra i prodotti tipici si possono gustare diversi dolci e la famosa Pasta nera, frutto di un’antica ricetta locale. Le produzioni olivicole di questo territorio rientrano nell’ambito della DOP Val di Mazara. Si coltiva, poi, la Cipudda busacchinara e il sedano a costa verde o Accia a taddu chinu o Sedano Busacchinaru, due ecotipi vegetali, frutto di una selezione ambientale effettuatasi all’interno del bacino territoriale, dalle inconfondibili caratteristiche organolettiche.

Leggi tutto...